Caro amico del mio blog

31.10.2018

di Nicola Sparvieri

Caro amico/a del mio blog,

vorrei avere con te un contatto più diretto e meno mediato dal sito.

Quindi vorrei che mi potessi scrivere direttamente usando la sezione "mandami un commento".

Ovvio fallo se hai qualcosa che vuoi dirmi, magari su qualcosa che hai letto e che ti è piaciuta o sulla quale non sei d'accordo e ti ha fatto arrabbiare.

Mi piacerebbe che tu scrivessi un tuo pezzo nella sezione "Ospiti" che ho da poco inserito.

Chiaro, prima deve piacere anche a me e non deve contenere cose che possono offendere qualcuno.

Mi sto accostando a una fase della vita nella quale si è portati a fare bilanci da un lato, e a organizzare quello che resta, dall'altro.

Questo blog ha a che fare con questa questione.

Mi sono chiesto molto che senso potesse avere fare un blog e perché, alla fine, mi sono deciso a farlo.

Tre cose principalmente mi hanno mosso:

Ho di recente rivisto criticamente le basi della mia vita. Alcune cose che reputo inutili sono state eliminate senza pietà, e altre che hanno trovato un più profondo significato sono rimaste (vedi "Onesimo..."). Le mie nuove convinzioni hanno bisogno di essere espresse e mi urgono dentro, questo è il motivo principale che mi ha mosso. Sono convinto che molte persone vivano grandi malintesi, specialmente nella morale e nell'uso della cultura scientifica, e la mia esperienza può essere utile. Con la stessa Libertà con cui ho operato le mie recenti scelte ho scritto e scriverò i miei articoli. Non sono un "funzionario" di nessuna fazione. Non voglio essere "politicamente corretto" e se mi darai il piacere di scrivere in questo blog, sappi che puoi scrivere liberamente la tua opinione basta che tu lo faccia scrivendo in tono rispettoso e senza aggressività.

La necessità di studiare e approfondire i vari argomenti su cui scrivo, perché non si possono dire cavolate o inesattezze quando l'articolo non rimane nella sfera del privato ma diventa di pubblico dominio. A me è sempre piaciuto studiare e questa è una ottima motivazione.

Mi piace farmi conoscere meglio, ma questo vale principalmente per quella cinquantina di amici di una vita. Per le altre persone, che non conosco direttamente, più che la mia vanità gioca il convincimento che in oltre venticinque anni di volontariato come catechista non ho mai raggiunto tante persone. Forse il web e le sue nuove suggestioni (come un blog) possono arrivare a contattare molte più persone. Questo però non deve farti pensare, caro lettore, che io voglia essere un catechista anche qui. No. Assolutamente no. Se me lo chiederai, ti spiegherò meglio questo punto.

Dico subito che gli argomenti sui quali mi sono formato sono (ma non esclusivamente) la Fisica, che è stato il mio primo grande amore, e un percorso più che trentennale nel cattolicesimo militante.

Le sovrapposizioni di questi due principali argomenti sono i miei preferiti territori di caccia, ma non esclusivamente.

Infine dico che io non sono uno che è abituato a esprimersi scrivendo ma ho sempre comunicato parlando (anche a larghe platee), però sono convinto che questo inconveniente può essere superato col tempo. Cercherò di apprendere velocemente anche un modo di scrivere meno parlato e più giornalistico. In questo i tuoi suggerimenti e critiche saranno i benvenuti.

Quello che vorrei fare con te è di stabilire una vera "collaborazione intellettuale" con scambi di idee e di contributi interattivi.

Grazie di avermi letto e a presto!!

Nicola